Nella pratica clinica i pazienti in terapia con farmaci anti-riassorbitivi per l’osteoporosi spesso riferiscono il rifiuto da parte dell’odontoiatra di sottoporli a interventi di chirurgia orale come estrazioni dentali e posizionamento di impianti, per il timore di incorrere in complicanze come fallimento implantare e osteonecrosi della mandibola.
É dunque utile che il medico prescrittore di farmaci anti-riassorbitivi fornisca al paziente un’informativa da consegnare all’odontoiatra, allo scopo di fornire quelle che sono le attuali raccomandazioni in termini di prevenzione delle suddette complicanze.
SCARICA informativa diretta al dentista