Microarchitettura ossea e ipoparatiroidismo post-chirurgico

La valutazione della qualità ossea nei pazienti con PsH deve essere personalizzata, tenendo conto dei fattori di rischio di frattura di ciascun paziente. Le donne in menopausa con PsH e i pazienti con PsH più anziani o con T2DM, BMI più elevato e/o osteopenia possono essere candidati per una valutazione più dettagliata della microarchitettura ossea utilizzando, per esempio, TBS. Questo approccio sembra essere più sensibile del DXA nell'identificazione di pazienti ad alto rischio di frattura nella popolazione di PsHP 

Interazione tra microbiota intestinale e ossa

Recentemente è stato scoperto che il microbiota intestinale, influenzando il metabolismo dell'ospite, le sue funzioni immunitarie e la secrezione di ormoni, impatta sul metabolismo...

Osteoporosi, tolleranza al glucosio e diabete di tipo 2

Il diabete mellito di tipo 2 è una malattia metabolica cronica caratterizzata da un elevato livello di glucosio nel sangue e resistenza all'insulina. Sebbene...

Abaloparatide vs alendronato sulla riduzione del rischio di frattura

Le terapie farmacologiche attualmente utilizzate per ridurre il rischio di fratture nei pazienti con osteoporosi includono farmaci antiriassorbitivi e anabolici. Le terapie antiriassorbitive, che...

FGF23, ipofosfatemia e trattamenti emergenti

FGF23 è un importante regolatore ormonale dell'omeostasi del fosfato. Insieme al suo co-recettore Klotho, modula il riassorbimento del fosfato e sia l'1α-idrossilazione sia la...

Metabolismo fosfo-calcico, ormoni e mediatori coinvolti nella regolazione

Gli ormoni fisiologicamente coinvolti nella regolazione del metabolismo fosfo-calcico sono classicamente tre: PTH (paratormone), CT (calcitonina) e 1,25OHD3 (1,25-di-idrossi-colecalciferolo o calcitriolo).  Ruolo del paratormone nella...

Acromegalia e fragilità ossea

L’acromegalia è una condizione rara, grave e invalidante caratterizzata dal progressivo ingrossamento delle ossa acrali (della testa, delle mani e dei piedi), delle labbra e di alcuni...

Rachitismo vitamina D-resistente

Per definizione si parla di rachitismo vitamina D-resistente volendo inquadrare quelle forme cliniche che non traggono beneficio dalla linea terapeutica principale, ovverro la supplementazione...

Rachitismo infantile: sintomi, diagnosi precoce

Il rachitismo rappresenta una condizione patologica propria dell'età pediatrica, susseguente a un deficit di vitamina D o calcio, in grado di condurre a ridotto...

Supplementazione della vitamina D

La vitamina D esercita una funzione fondamentale – non l'unica per la verità – nel metabolismo del calcio, rispetto al quale viene considerata a...

Recent Posts